Ultima modifica: 4 Gennaio 2018

Caratteristiche dell’Indirizzo Musicale

Lo studio di uno strumento musicale può divenire un’esperienza formativa senza pari nella crescita di un individuo:

– promuove la formazione globale dell’individuo offrendo attraverso un’esperienza musicale resa più completa dallo studio di uno strumento, occasioni di maturazione lotica, espressiva, comunicativa

 

– integra il modello curricolare con percorsi disciplinari intesi a sviluppare, nei processi evolutivi dell’alunno, unitamente alla dimensione cognitiva, pratico-operativa, estetico-emotiva, improvvi-sativo-compositiva;

– offre all’alunno, attraverso l’acquisizione di capacità specifiche, nuove occasioni di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità, una più avvertita coscienza di sé e del modo di rapportarsi al sociale.

 

Il compito più gratificante di un’insegnante è di accompagnare i ragazzi in un cammino di conoscenza e di crescita personale, quello di fornire i mezzi e gli strumenti per consentire agli alunni di diventare esseri umani consapevoli che sappiano relazionarsi agli altri, che abbiano consapevolezza dei propri mezzi e sappiano metterli a frutto.

Tale disciplina sviluppa nei giovani potenzialità su cui le altre materie di studio spesso non riescono a influire: capacità psicomotorie, di coordinazione, espressive, percettive, manuali. Studiare uno strumento porta i ragazzi a relazionarsi con i propri coetanei, ad interagire con loro, ma, soprattutto, favorisce nuove modalità di espressione dei propri sentimenti e delle proprie emozioni.

Lo studio di uno strumento è una ricchezza incommensurabile a livello educativo perché fornisce agli alunni un mezzo per poter esprimere le proprie paure, difficoltà, sensazioni in un’età in cui non si è pienamente consapevoli della propria individualità.